Immagine Ateneo
news_arrow Pubblicato il 07/11/2018
L’Orientale per Futuro Remoto 2018 “Ri-generazioni”

La partecipazione dell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” a Futuro Remoto 2018 “Ri-generazioni” si concretizza in laboratori, spettacoli, incontri e lezioni rivolti a tutto il pubblico, dalle scolaresche ai semplici curiosi. Le attività proposte vedono coinvolti non solo professori e ricercatori dell’Ateneo, ma anche assegnisti, dottorandi, studenti e personale tecnico. Gli ambiti tematici che le proposte arricchiscono vanno dal Patrimonio Culturale alle Smart Communities, passando per Agrifood.

Vista la vocazione dell’Ateneo, le proposte sviluppano in particolare riflessioni sulla riformulazione e trasmissione fino al presente delle culture altre, come ad esempio quella berbera, sulle “ri-generazioni” nelle letterature e nelle lingue del mondo, con due interessanti proposte che riguardano l’inglese e il giapponese.

Il concetto di rigenerazione nelle filosofie di Oriente e Occidente sarà pure lo spunto per laboratori realizzati anche con strumenti digitali. Il tema della “ri-generazione” sarà declinato in ambiti inaspettati, con stimolanti incursioni nelle scienze giuridiche ed economiche, con un’attenzione specifica alla rigenerazione del territorio e del contesto socio-economico nel quadro delle politiche di sviluppo sostenibile.

Gli studenti della IOS Academy attivata presso l’Ateneo proporranno alcune della applicazioni da loro ideate mentre, per restare nell’ambito digitale, altre attività saranno dedicate al cyberbullismo e al digital storytelling.

Non mancheranno come sempre i contributi degli antichisti, con attività che vogliono approfondire il concetto del divenire e della rigenerazione nell’antico Egitto e le innumerevoli rigenerazioni che il tessuto urbano napoletano ha conosciuto dall’antichità fino ai nostri giorni.  Sempre gli antichisti e archeologi dell’Ateneo propongono attività sulla ricostruzione reale e virtuale di edifici e monumenti antichi, anche in questo caso avvalendosi di tecnologie digitali.

Come già nelle edizioni passate, l’Ateneo contribuirà a Futuro Remoto con uno speed dating grazie al quale i visitatori curiosi di tutte le età potranno stabilire un contatto diretto con docenti e ricercatori, porre domande o farsi semplicemente raccontare le ricerche che riguardano gli studi sociali, storici, giuridici, geografici e antichistici, le lingue e letterature del mondo.

Va infine segnalato come, seguendo la filosofia del fare rete sottesa all’idea stessa di Futuro Remoto, molte di queste proposte sono state pensate e sviluppate in sinergia con altre istituzioni e enti culturali o anche associazioni, tra cui l’ENEA e l’Università Federico II e le scuole.

www.cittadellascienza.it/futuroremoto/

Video di presentazione de L’Orientale a Futuro Remoto






Torna indietro


Condividi / Share

W3C Abilitazione Scientifica Nazionale Amministrazione Trasparente Codice Comportamento Dipendenti Pubblici Partecipa a TECO! Rete WI-FI e Servizio Proxy Posta Elettronica Certificata Albo ufficiale di Ateneo ECDL - Patente europea per il computer

ACCESSIBILITÀ | PRIVACY | NOTE LEGALI | DATI DI MONITORAGGIO | ELENCO SITI TEMATICI