News e storie

News

Premio Speciale per la traduzione del Ministero dei Beni Culturali

Pubblicato il 04/04/2019
Area Comunicazione

Per la categoria Premi Speciali, a Donatella Guida è conferito, per l'edizione 2018, il "Premio Nazionale per la Traduzione" con la motivazione espressa dalla commissione valutatrice e di seguito riportata.

Questa la motivazione del Ministero per i Beni e le attività culturali


"Donatella Guida presenta una traduzione di un'opera cinese del XIX secolo con numerosi problemi interpretativi, linguistici e storici. Si tratta del romanzo di Li Ruzhen, Destini dei fiori nello specchio, apparso per la casa milanese ObarraO, un romanzo ambientato nell'impero Tang (VIII secolo d.C.). Il romanzo narra le complicate vicende del protagonista Tang Ao ("il vagabondo cinese") che raggiunge su una giunca in compagnia del cognato mercante, mondi diversi dal proprio. Tra i pregi della traduttrice v'è certamente quello di aver reso il registro storico-allegorico che consente all'autore di descrivere contesti diversi, mescolando realtà e fantasia e alternando la satira alla discussione dotta di stampo letterario o scientifico. È un affresco sulle società ed i costumi dei paesi visitati: i viaggiatori cinesi si interrogano sul proprio mondo in modo contrastivo. Felice appare la scelta di tradurre questo autore non facilissimo, un letterato e linguista del primo Ottocento che non riuscì a raggiungere una posizione importante nella carriera burocratica. La sua costruzione è un sapiente patchwork che attinge a testi di varie epoche allo scopo presumibilmente di fornire un divertissement per i suoi amici: una sfida ad individuare l'indovinello nascosto, la citazione, il rimando. Il risultato è un grande affresco della cultura cinese, che appare multiforme e splendida. Dal contenuto vario, a tratti enciclopedico, il romanzo è anche divertente e godibile, grazie alla traduzione (prima in una lingua occidentale) che si adegua a registri nostrani senza perdere in scorrevolezza, ma con impeccabile correttezza filologica e un buon corredo di note esplicative."